HomeVita e Lavoro all'EsteroCome trovare lavoro in Olanda

Come trovare lavoro in Olanda

Se stai pensando di trasferirti nei Paesi Bassi o magari già ci vivi, sicuramente ti starai chiedendo come trovare lavoro in Olanda. In effetti, come cittadino immigrato nei Paesi Bassi, la capitale Amsterdam è probabilmente la soluzione migliore. Il mercato del lavoro ad Amsterdam è in forte espansione e molte aziende internazionali hanno stabilito le proprie sedi lungo i suoi splendidi canali.

Prima di poter iniziare il tuo viaggio alla ricerca di lavoro in Olanda, dovrai anche avere un documento valido che ti permetta di vivere e lavorare in Olanda. Se sei già cittadino di un paese SEE (Spazio economico europeo) o svizzero, sei libero di trasferirti nei Paesi Bassi e iniziare subito a lavorare. Non sono necessari permessi aggiuntivi. Tuttavia, l’unica cosa che non dovrai dimenticare sarà quella di ricevere il tuo Burgerservicenummer (BSN).

Riceverai questo pratico numero quando ti registrerai presso il tuo comune e ti consentirà di fare domanda per quasi tutto ciò di cui hai bisogno per vivere nei Paesi Bassi, compreso un lavoro.

Ottenere il BSN per lavorare in Olanda

Il BSN è semplicemente il tuo numero di previdenza sociale. Ti servirà innanzitutto un contratto di affitto (o di proprietà di un immobile) per ottenere il tuo BSN, il che significa che devi trovare prima un posto dove vivere. Quando cerchi un posto dove vivere, dovrai ricordarti di chiedere al proprietario dell’immobile di acconsentire alla registrazione presso il suo indirizzo. Cosa che sembra solo una formalità ma in realtà non è così scontata: tale registrazione comporta infatti un aumento di imposizione fiscale per il proprietario dell’immobile.

Riceverai un numero BSN al momento della registrazione presso un Comune (o “gemeente” in olandese). Alcuni comuni effettuano le iscrizioni solo tramite appuntamento prefissato. Per ottenerne uno possono essere necessarie alcune settimane e ciò ritarderà il processo di ottenimento del tuo BSN. Ti consigliamo quindi di fissare al più presto un appuntamento al momento dell’arrivo.

Se hai bisogno urgentemente di un numero BSN e non puoi aspettare l’appuntamento in Comune, ed altresì possiedi uno dei seguenti requisiti: migrante dall’alta qualificazione, ricercatore, possessore di Carta Blu, c’è una soluzione alternativa. Il centro iAmsterdam può rilasciare immediatamente i numeri BSN. Tieni presente che è previsto un costo aggiuntivo associato a questo tipo di servizio.

Trovare lavoro Olanda

Il primo e più ovvio posto dove iniziare a cercare lavoro ad Amsterdam sono i siti di ricerca di lavoro olandesi, chiamati anche vacaturebanken (bacheche di posti vacanti) in olandese. I Paesi Bassi sono ricchi di questi siti web, che vengono regolarmente aggiornati con le offerte di lavoro più recenti. La maggior parte di essi ti consente di filtrare per lingua e posizione lavorativa, quindi seleziona semplicemente “Inglese” (o qualsiasi altra lingua che ti trovi meglio a parlare) ed il gioco è fatto. In alternativa, puoi semplicemente inserire “Inglese” come parola chiave nella barra di ricerca.

Hai in mente un’azienda per la quale ti piacerebbe lavorare? Ottimo, assicurati di tenere d’occhio il loro sito web per vedere le loro ultime candidature. Questo può essere vantaggioso perché ti consente di cercare lavoro all’interno dell’azienda di tua scelta e di trovare posti vacanti che potrebbero non essere stati pubblicati sui normali siti web di ricerca di lavoro.

Quando si tratta di trovare lavoro ad Amsterdam, soprattutto se non vivi già nei Paesi Bassi, la soluzione migliore potrebbe essere quella di contattare dei professionisti: un’agenzia di reclutamento. Le agenzie di reclutamento fungono da ponte tra dipendenti e datori di lavoro. I loro agenti assistono le persone in cerca di lavoro nel trovare nuove opportunità, preparare le loro domande e persino negoziare i successivi contratti.

Le meraviglie dei social media sono a portata di clic e possono aiutarti a facilitare il tuo viaggio alla ricerca di lavoro ad Amsterdam. La scelta più ovvia in questo caso è LinkedIn, la piattaforma di social media incentrata sul business e sull’occupazione nella quale puoi facilmente ricercare i dipendenti di una determinata azienda e contattarli direttamente.

Se sei un neolaureato di un’università olandese, il Career Center della tua scuola dovrebbe essere il punto di riferimento per qualsiasi cosa relativa alla carriera. Le università spesso hanno le proprie bacheche di lavoro rivolte ai neolaureati e talvolta hanno anche collaborazioni con aziende per mettere in contatto i propri studenti con potenziali datori di lavoro. Ma i vantaggi non si fermano qui, e i Career Center universitari offrono molti ottimi servizi per fornire a studenti ed ex studenti gli strumenti necessari per fare scelte professionali di successo. Alcuni dei loro servizi includono opzioni quali la revisione del curriculum e della lettera di presentazione, la preparazione al colloquio e la consulenza professionale.

Lavori in Olanda

Oltre ai lavori che richiedono formazione professionale, Amsterdam offre anche molti lavori che non richiedono necessariamente un’istruzione specifica. Un lavoro qualificato è qualsiasi tipo di lavoro che richiede un’istruzione formale, che si tratti di un diploma universitario, di una formazione tecnica o di una certificazione speciale. Che tu voglia lavorare in un bar, in un negozio di abbigliamento, in un hotel o come fattorino, le opzioni sono praticamente infinite.

I lavori per gli studenti ad Amsterdam sono generalmente part-time o basati nel fine settimana e in genere vanno dalle cinque alle 20 ore settimanali. Molti studenti lavorano per negozi o ristoranti, per l’università, oppure utilizzano app per fare da dog sitter, tutor o babysitter. Oltre a ciò, molti stage ad Amsterdam sono aperti anche a candidati di lingua inglese e possono essere un ottimo modo per dare il via alla tua carriera.

Campi lavorativi richiesti in Olanda che non richiedono formazione specifica sono ad esempio: Pulitori; Camerieri e cameriere; Addetti alle vendite; Traslocatori e autisti delle consegne. Lavori che invece richiedono una qualche forma di formazione professionale pregressa sono: Elettricisti; Idraulici; Pittori; Addetti a macchine industriali o agricole; Falegnami. Infine i campi più richiesti che richiedono un titolo universitario vanno dall’informatica e scienza dei dati; alle attività commerciali; finanza; scienze aerospaziali; ingegneria; ricerca scientifica.

Devo sapere l’olandese per lavorare?

Tecnicamente non è necessario parlare olandese per trovare lavoro ad Amsterdam. In una città in cui quasi una persona su tre è di provenienza internazionale non sorprende che l’inglese sia praticamente parlato ovunque. Aggiungete a ciò le migliaia di turisti che affollano Amsterdam ogni anno, ed avete il quadro completo: ci sono le condizioni perfette per un mercato del lavoro altamente internazionale e di lingua inglese.

Di conseguenza, lavorare ad Amsterdam spesso non richiede una conoscenza dell’olandese, e soprattutto i lavori nel settore dell’ospitalità e della vendita al dettaglio sono facilmente disponibili per chi non parla olandese, grazie ai numerosissimi turisti che affollano i caratteristici quartieri olandesi.

Vale la pena ricordare, tuttavia, che il tuo concorrente di madrelingua olandese sul mercato del lavoro parlerà anche un inglese quasi impeccabile. Ciò significa che se un datore di lavoro deve scegliere tra te e un “dutchie“, è probabile che sia propenso a proseguire con quest’ultimo, a meno che tu non possa eclissarlo con le tue capacità ed esperienza, ovviamente. È anche bello imparare almeno un po’ di olandese per vari motivi, come gli aspetti sociali e ludici del tuo post-lavoro.

Il processo di candidatura per lavorare in Olanda

Hai trovato un posto interessante? È ora di candidarsi. Il processo di candidatura per un lavoro in Olanda è generalmente lo stesso per la maggior parte delle aziende e comprende pochi passaggi fondamentali. Naturalmente, il primo passo è candidarsi per il posto vacante di vostra scelta. Per questo, generalmente ti verrà chiesto di inviare il tuo CV a un reclutatore (spesso accompagnato da una lettera di presentazione), tramite e-mail o un modulo di domanda.

Se all’azienda per cui ti stai candidando piace il tuo CV, ti inviteranno a un colloquio. Questo è il momento in cui potrai parlare con un manager (se stai facendo domanda per un lavoro in un negozio o in un’azienda più piccola, ad esempio) o con una persona delle risorse umane (nella maggior parte delle aziende più grandi). L’obiettivo principale del responsabile delle assunzioni qui è semplicemente conoscerti e scoprire se sei adatto per la sua squadra. In alcuni settori questo primo colloquio sarà anche l’ultimo e in breve saprai se sarai assunto o meno.

Per molti lavori che richiedono una formazione universitaria, il processo di candidatura passa alla fase successiva con un secondo colloquio. Durante questo incontro, verrai intervistato da persone più in alto nella gerarchia aziendale e le domande riguarderanno maggiormente le tue capacità e competenze professionali. Se riesci a impressionare i responsabili delle assunzioni in tutte le fasi, il lavoro è tuo. Non resta che firmare i documenti e mettersi al lavoro. 

Cultura aziendale

A parte la cultura stessa del paese, la cultura aziendale gioca un ruolo importante nel modo in cui lavorano le diverse aziende olandesi. Il modo in cui ti adatti alla cultura aziendale può avere un grande impatto sulla tua soddisfazione lavorativa. Trovare un’organizzazione con le giuste convinzioni e valori favorisce anche la tua produttività. D’altro canto, se la cultura aziendale non è quella giusta, il lavoro può rivelarsi più farraginoso. Quando consideri un’offerta di lavoro, considera sempre anche la cultura dell’organizzazione presso cui ti candidi.

I dipendenti a tempo pieno lavorano generalmente dalle 36 alle 40 ore, dal lunedì al venerdì. Alcuni lavorano quattro giorni alla settimana, scegliendo orari più lunghi in un arco di tempo più breve, mentre molti scelgono di lavorare a tempo parziale. Ai dipendenti a tempo pieno viene garantito un minimo di 20 giorni (quattro settimane) di ferie annuali.

Puoi ottenere un’anteprima piuttosto buona di un’azienda valutando quanto sono felici gli attuali dipendenti. La soddisfazione dei dipendenti può essere raggiunta attraverso il rispetto reciproco e una morale positiva sul posto di lavoro. Puoi sempre controllare le recensioni su Internet per valutare se l’azienda per cui ti candidi è motivata e si concentra sulla soddisfazione dei dipendenti.

Un’organizzazione con una buona cultura valorizza la collaborazione e il lavoro di squadra. In un’organizzazione di questo tipo c’è un flusso costante di comunicazione chiara e sana a tutti i livelli. Un ambiente di lavoro positivo incoraggia la creatività e l’innovazione. I manager di queste organizzazioni spingono i dipendenti a prendere decisioni e li motivano ad affrontare sfide quotidiane.

Come restare informati e connessi in Olanda

Restare in contatto nei Paesi Bassi è davvero facile. Essendo uno dei paesi più connessi dell’Unione Europea, decine di aziende forniscono accesso a Internet nei Paesi Bassi in varie forme, tra cui ADSL, cavo e fibra. I Paesi Bassi hanno una percentuale estremamente elevata di utenti con telefoni cellulari. Le più grandi aziende del settore olandese della telefonia mobile includono Vodafone, KPN e T-Mobile. Nei Paesi Bassi è possibile utilizzare alcuni servizi telefonici di altri paesi ed è anche possibile acquistare una carta SIM olandese. Altrimenti puoi stipulare un contratto o un piano prepagato con uno dei fornitori di servizi olandesi.

PostNL è il principale fornitore di servizi di consegna postale ed è generalmente affidabile, e gli uffici postali sono generalmente aperti dal lunedì al sabato dalle 9 alle 18. Alcuni uffici postali nelle principali città sono aperti fino a tardi in determinate serate di shopping, solitamente giovedì o venerdì. Per quanto riguarda i media inglesi, nei Paesi Bassi sono disponibili diversi canali di notizie internazionali e i siti Web e le risorse di notizie locali in inglese includono DutchNews.nl, NL Times e Radio Netherlands Worldwide. Giornali di vari paesi e in diverse lingue si possono trovare in qualsiasi biblioteca pubblica. Un giornale per espatriati chiamato The Holland Times è disponibile anche tramite abbonamento o gratuitamente in diverse località del paese.

Lavoro in Olanda per italiani: considerazioni finali

I Paesi Bassi sono stati classificati come il quinto paese più felice al mondo secondo il World Happiness Report 2022, ed è facile capire perché. Il paese offre un ambiente rilassato e liberale per promuovere la propria carriera: basti pensare che è stata la prima nazione al mondo a legalizzare il matrimonio tra persone dello stesso sesso e con più biciclette che persone nel paese (23 milioni contro 17 milioni) utilizzate, il tuo tragitto mattutino sarà ben diverso dagli ingorghi e dai viaggi in treno a cui potresti essere abituato in Italia.

I Paesi Bassi non sono famosi solo per i mulini a vento e i tulipani: il paese è leader mondiale nel settore agricolo, battuto solo dagli Stati Uniti in termini di esportazioni alimentari. I suoi prodotti principali includono macchinari e mezzi di trasporto, abbigliamento e calzature, combustibili minerali, prodotti farmaceutici.

Conosciuto come lo snodo dei trasporti europei, i principali partner commerciali dei Paesi Bassi sono Germania, Belgio, Francia e Regno Unito, ma i collegamenti per l’esportazione arrivano fino alla Cina e agli Stati Uniti. Il paese è sede di alcune delle più grandi multinazionali del mondo, come Just Eat, Philips, Shell e Heineken, e in queste aziende esistono numerose opportunità di lavoro per italiani in una varietà di ruoli.

I lavori più richiesti in Olanda

Con uno dei tassi di disoccupazione più bassi in Europa, sceso a meno del 4% negli ultimi anni, potrebbe sorprendere sapere che i Paesi Bassi stanno riscontrando carenze di competenze in tutta una serie di settori. Alcune aree che presentano le citate carenze includono: medici e personale sanitario, costruttori, lavoratori agricoli ed insegnanti. I lavoratori italiani saranno molto apprezzati dai datori di lavoro qualora in grado di apportare nuove competenze in uno di questi campi.

Infine, un lavoro estivo è un ottimo modo per esplorare un nuovo paese e dare una spinta al tuo CV con un’esperienza internazionale, guadagnando allo stesso tempo un buon salario. I settori del turismo e dell’ospitalità offrono sempre opportunità di lavoro occasionali e stagionali agli italiani in cerca di lavoro. Quindi cerca lavoro nei bar, nei caffè, nei ristoranti e nei campeggi estivi.

RELATED ARTICLES

SOCIAL

5,431FansLike

UTILE PER CHI VIVE ALL'ESTERO

spot_img

I più letti

GIOCA DA TUTTO IL MONDO

spot_img

Gli ultimi articoli

Roberto

Online

  • Ciao! Sono Roberto e aiuto gli italiani all'estero. Come posso aiutarti?? 👋