HomeVita e Lavoro all'EsteroVivere in Thailandia: ecco perché trasferirsi

Vivere in Thailandia: ecco perché trasferirsi

Com’è vivere in Thailandia? La Thailandia è conosciuta in tutto il mondo come la Terra del Sorriso, e per dei buoni motivi. L’idea di vivere in Thailandia attira da anni persone provenienti da tutto il mondo grazie alla sua bellezza tropicale, i templi, la cucina unica e non di meno la vivace vita notturna.

In Thailandia, gli espatriati possono trovare casa e godere anche di un’assai vasta comunità di espatriati stranieri. Tra l’altro non c’è da sorprendersi che questo paese accolga ogni anno milioni e milioni di persone tra turisti e residenti stranieri: il basso costo della vita non la rende proibitiva praticamente per nessuno.

Come trasferirsi in Thailandia

Partiamo dicendo che è necessario richiedere un visto per trasferirsi in Thailandia. La Thailandia offre diversi tipi di visto, e per trasferirtici devi richiedere un visto thailandese per non immigranti (i visti per non immigrati sono per soggiorni a lungo termine).

Qualora decidessi di rimanervi per più di 90 giorni, dovrai presentare un rapporto dei trascorsi novanta giorni alle autorità tailandesi per l’immigrazione. Ciò implica che devi visitare la sede locale del Dipartimento di immigrazione tailandese ogni 90 giorni così da segnalare di volta in volta il tuo indirizzo attuale, anche se in effetti rimane sempre lo stesso.

Invero, i visti per non immigrati vengono generalmente rilasciati per un massimo di 90 giorni. Pertanto, se vorrai rimanere più a lungo, dovrai ottenere un’estensione del visto pari ad un anno dall’Ufficio Immigrazione di Bangkok. Potrai inoltre dotarti di un permesso per il rientro, che può essere rilasciato su ingressi singoli o multipli nel paese.

Tipi di visto Thailandia

Se vuoi trasferirti in Thailandia e lavorare, devi richiedere un visto di lavoro tailandese nel tuo paese presso un’ambasciata o un consolato. Tuttavia, indipendentemente dal visto lavorativo, per lavorare e vivere legalmente in Thailandia è necessario ottenere un permesso di lavoro e un prolungamento del soggiorno presso il Dipartimento del Lavoro in Thailandia. La validità di tale permesso sarà di un anno (o pari alla durata del contratto di lavoro).

Per quanto riguarda invece eventuali motivi di studio supponiamo che tu sia stato accettato in un istituto scolastico tailandese. In tal caso, sarà necessario richiedere un visto per studenti per proseguire gli studi. Inoltre, per avere diritto al visto per studenti, devi anche: seguire almeno tre corsi e frequentare almeno quindici ore di lezione a settimana.
Un visto studentesco tailandese è valido per 90 giorni, ma puoi prolungare il tuo soggiorno presso il Dipartimento di Immigrazione Tailandese.

Se sei sposato con un cittadino tailandese e desideri ricongiungerti con il tuo coniuge, dovrai richiedere un visto di matrimonio tailandese. Il visto viene solitamente rilasciato per 90 giorni. Per rimanere a lungo termine in Thailandia dopo aver ottenuto un visto per matrimonio, devi prima ottenere un’estensione del tuo soggiorno. Dopodiché dovrai richiedere un permesso di reingresso, che ti permetterà di uscire e rientrare senza perdere tale visto.

Se hai più di cinquant’anni e desideri andare in pensione in Tailandia, devi richiedere un visto per pensionati tailandesi. La Tailandia offre due tipi di visti pensionistici: il visto pensionistico tailandese di un anno che viene rilasciato a tutti gli stranieri ed ha validità un anno; ed il visto pensionistico decennale tailandese che viene rilasciato solo agli stranieri di alcuni paesi ed ha validità di cinque anni con rinnovo per un massimo di dieci. Il visto pensionistico tailandese è l’unico visto per il quale è obbligatoria un’adeguata copertura assicurativa sanitaria tailandese.

Vivere in Thailandia con residenza permanente

Puoi diventare residente permanente in Thailandia dopo tre anni di permanenza legale nel paese. Per fare ciò, è necessario richiedere un permesso di soggiorno permanente presso l’ufficio immigrazione locale della Thailandia. Il permesso di soggiorno non scade mai. La richiesta di un certificato di residenza può essere presentata presso l’ambasciata nel tuo paese o presso l’ufficio immigrazione locale. Il certificato di residenza indica il tuo indirizzo nel paese e conferma lo status giuridico della tua residenza.

Puoi anche ottenere la cittadinanza tailandese dopo aver vissuto in Thailandia per cinque anni come residente permanente. Tuttavia, è possibile ottenere la cittadinanza tailandese dopo tre anni di vita in Thailandia senza diventare residente permanente se: sei il marito di una cittadina tailandese; prima avevi la cittadinanza tailandese; hai qualche merito particolare riconosciuto dalla Thailandia; sei il coniuge/figlio di qualcuno che detiene la cittadinanza tailandese mediante procedimento di “naturalizzazione”.

Vivere in Thailandia pro e contro

La Tailandia ha beni locali molto economici, quali cibo e benzina. Mentre le importazioni di cibo e alcolici occidentali possono essere costose, gli espatriati possono vivere comodamente se si attengono ai prodotti locali. In generale, le spese mensili tipiche della vita thailandese rimangono al di sotto dei mille Euro. Il cibo tailandese è conosciuto in tutto il mondo. È abbastanza economico e vario con carne, verdure e frutta tropicale. Inoltre, la maggior parte dei piatti contiene ingredienti naturali salutari.

Negli ultimi due decenni, la Thailandia ha attratto innumerevoli espatriati grazie alla sua industria del turismo. Inoltre, in Thailandia, ci sono una grande varietà di club ed eventi per espatriati dove puoi incontrare nuove persone. In genere la Tailandia ha persone veramente amichevoli, sono molto aperti e ospitali verso gli stranieri.

Dal punto dei vista dei “contro” del vivere in Thailandia va citato il clima molto caldo e umido. La stagione delle piogge è piuttosto imprevedibile, con forti acquazzoni e temporali.

In Tailandia, il sistema sanitario pubblico è generalmente carente di personale e risorse. Pertanto, gli espatriati spesso devono affrontare lunghi tempi di attesa quando utilizzano il sistema sanitario pubblico. Sarà inoltre difficile trovare una sistemazione abitativa economica se non parli bene il tailandese. Peraltro, i proprietari tendono ad applicare prezzi più alti agli stranieri. La lingua tailandese è impegnativa e diversa dall’inglese. Quasi tutti in Thailandia parlano poco inglese, ma non molti lo parlano bene.

Vita in Thailandia: le maggiori città

Bangkok, la capitale della Thailandia, è una città cosmopolita con oltre otto milioni di abitanti e conosciuta per la sua vivace vita di strada, notturna, templi e i palazzi. Sebbene Bangkok sia una destinazione turistica popolare del sud-est asiatico, ospita anche migliaia di espatriati che apprezzano il costo della vita accessibile, un’economia stabile, transazioni commerciali facili, una vivace cultura ed uno stile di vita rilassato.

Dovrebbero essere presi in considerazione anche altri aspetti della vita degli espatriati, come l’assistenza sanitaria e l’istruzione. Ad esempio, gli ospedali tailandesi stanno diventando sempre più popolari tra i visitatori stranieri poiché la Thailandia si promuove come centro del turismo medico. Inoltre, molte delle scuole nazionali, comprese quelle internazionali, si trovano a Bangkok.

Altra perla tailandese è Chiang Mai, che ospita fitte foreste tropicali, strutture antiche e trekking in collina. Questa città ha anche i templi buddisti più attivi del paese. Rispetto a Bangkok è più piccola ma più notevole, con colline sormontate da templi e caratteristici edifici in legno. La città è piena di cinema, centri commerciali e cucina internazionale, insomma è un luogo piuttosto occidentalizzato. Ci sono diversi vantaggi nel vivere in questa bellissima città, incluso il basso costo della vita. Mangiare fuori e acquistare prodotti freschi nei mercati locali sono esperienze convenienti.

Infine Phuket, che è conosciuta in tutto il mondo come nota destinazione per le vacanze al mare: ha le spiagge più visitate della Thailandia. Phuket è l’isola più grande della Thailandia ed è piuttosto varia, con cibo, fauna selvatica, sabbie serene e hotel di lusso. A seconda del tuo stile di vita, le spese di soggiorno a Phuket possono variare notevolmente. Anche se Phuket è la provincia più costosa della Thailandia, avrai comunque una spesa complessiva molto più bassa rispetto alle metropoli europee.

RELATED ARTICLES

SOCIAL

5,431FansLike

UTILE PER CHI VIVE ALL'ESTERO

spot_img

I più letti

GIOCA DA TUTTO IL MONDO

spot_img

Gli ultimi articoli

Roberto

Online

  • Ciao! Sono Roberto e aiuto gli italiani all'estero. Come posso aiutarti?? 👋