lunedì, Aprile 15, 2024
HomeVita e Lavoro all'EsteroCome trasferirsi in Inghilterra nel 2024

Come trasferirsi in Inghilterra nel 2024

Dopo il procedimento di separazione dell’Inghilterra dall’UE (Brexit), i cittadini europei non vantano più alcun diritto automatico di vivere e lavorare nel Regno Unito. Tutti i cittadini dell’UE ora necessitano sempre di un visto nel caso di soggiorni superiori a sei mesi o per trasferirsi in Inghilterra dopo la Brexit.

Per determinare l’ammissibilità del visto, il governo del Regno Unito ha introdotto un nuovo sistema basato su di un punteggio. Tale sistema è progettato per attrarre lavoratori qualificati nel Regno Unito e dà priorità a coloro che possono contribuire all’economia.

I visti per trasferirsi in Inghilterra

Il particolare tipo di visto di cui hai bisogno dipenderà dalle tue caratteristiche, come ad esempio il motivo del tuo trasferimento nel Regno Unito, la tua età e le tue qualifiche professionali.

Se vuoi vivere e lavorare nel Regno Unito, il visto più importante è il visto cd. “per lavoratori qualificati”. Per esserne idoneo, è necessaria un’offerta di lavoro da parte di un datore del Regno Unito e per un ruolo ricompreso nell’elenco delle occupazioni ammissibili dal governo.

Devi inoltre soddisfare una serie di requisiti, tra cui una soglia salariale minima, la conoscenza della lingua inglese e la capacità di dimostrare le tue capacità e qualifiche.

In alternativa, se sei uno studente che desidera studiare nel Regno Unito, avrai bisogno di un visto per studenti. Per qualificarti per questo visto, devi avere un’offerta da un istituto scolastico del Regno Unito, fondi sufficienti per mantenerti durante gli studi e una prova della tua conoscenza della lingua inglese.

Se hai un altro motivo per trasferirti nel Regno Unito, ad esempio avviare un’impresa o riunirti alla famiglia, sono disponibili altre categorie di visto.

Questi includono il visto Innovator per imprenditori, il visto Family per il ricongiungimento familiare ed il visto Youth Mobility Scheme per i giovani dai 18 ai 30 anni che desiderano lavorare e viaggiare nel Regno Unito fino ad un massimo di due anni.

Oltre a soddisfare i requisiti specifici della categoria di visto pertinente, dovrai fornire i vari documenti richiesti per quella categoria e pagare una tassa. L’esatto processo di richiesta dipenderà dalla categoria di visto che stai richiedendo.

L’EU Settlement Scheme per trasferirsi in UK

L’EU Settlement Scheme consente ai cittadini dell’Unione Europea di continuare a vivere nel Regno Unito dopo la Brexit. La scadenza per presentare domanda per la maggior parte delle persone era quella fissata per il 31 giugno 2021.

Tuttavia, dovresti comunque essere in grado di presentare domanda per il programma se si verifica una delle seguenti condizioni: hai un familiare italiano che viveva nel Regno Unito al 31 dicembre 2020 e lo raggiungi nel Regno Unito a partire dal 1 aprile 2021; sei esente dal controllo sull’immigrazione o hai smesso di esserlo dopo il 30 giugno 2021; sei già nel Regno Unito con un permesso limitato per entrare o rimanere nel Regno Unito che scade dopo il 30 giugno 2021; sei un familiare di un cittadino britannico con cui hai vissuto nell’UE.

Il visto per motivi lavorativi per trasferirsi in Inghilterra

Se non sei idoneo a richiedere l’EU Settlement Scheme, dovrai richiedere un visto per il Regno Unito per trasferirti in Inghilterra.

Il visto per lavoratori qualificati è uno dei visti del Regno Unito che opera su un sistema basato su punti per valutare la qualità dei potenziali candidati. Per poter essere preso in considerazione, dovrai ottenere almeno 70 punti in base a criteri quali esperienza lavorativa, background formativo e aspetti della tua offerta di lavoro e del tuo stipendio.

Ci sono alcuni criteri obbligatori che devi soddisfare, come avere un’offerta di lavoro da uno sponsor approvato e soddisfare i requisiti minimi di lingua inglese. Tuttavia, sarai in grado di guadagnare il resto dei punti necessari per essere idoneo in una moltitudine di altre categorie.

Visto d’Affari per aprire un’attività in Inghilterra

Se vuoi avviare un’attività nel Regno Unito, ci sono un paio di percorsi a tua disposizione. Il primo percorso è il visto Start-Up. Esso consente ai candidati idonei di recarsi nel Regno Unito per avviare un’attività nuova e innovativa nel mercato britannico.

Per poter beneficiare di questo visto dovrai avere la sponsorizzazione di un ente autorizzato. Tieni presente che il visto Start-Up non può essere esteso oltre il suo periodo di validità iniziale e non ti consente eventualmente di richiedere un permesso di soggiorno a tempo indeterminato.

Similmente al visto “Start-Up”, il visto “per Innovatore” (Innovator) ti consente di avviare e gestire un’impresa innovativa nel Regno Unito. Dovrai anche in questo caso avere l’approvazione di un ente autorizzato oltre che almeno 50.000 sterline in fondi di investimento.

Visto per Coniugi o Partner per trasferirsi in UK

Se sei un cittadino italiano che ha una relazione con un partner o coniuge a sua volta idoneo, potresti avere diritto a un “visto per coniuge o partner”.

Il visto per coniuge o partner è un tipo di visto familiare che ti consente di andare a vivere con il tuo partner o coniuge nel Regno Unito per periodi anche superiori a 6 mesi. Affinché tu possa beneficiare di questo visto, il tuo coniuge o partner deve:

  • Essere cittadino britannico o irlandese
  • Essere stabilito nel Regno Unito, ad esempio tramite un permesso di soggiorno a tempo indeterminato, uno status permanente o una prova di residenza permanente
  • Provenire dall’UE, dalla Svizzera, dalla Norvegia, dall’Islanda o dal Liechtenstein e avere uno status di pre-stabilito (aver iniziato a vivere nel Regno Unito prima del 1° gennaio 2021)
  • Avere lo status di rifugiato o protezione umanitaria nel Regno Unito

Oltre a ciò, dovrai anche dimostrare:

  • Di avere un’unione civile o un matrimonio riconosciuto nel Regno Unito
  • Al momento della presentazione della domanda convivere in una relazione da almeno 2 anni
  • Essere un fidanzato, una fidanzata o un partner civile e che ti sposerai o stipulerai un’unione civile nel Regno Unito entro 6 mesi dal tuo arrivo

La parte più importante di questo visto è proprio dimostrare che la relazione sia autentica, il che può essere un processo piuttosto lungo e complicato.

Visto per studenti per studiare in UK

Il visto studentesco per il Regno Unito è un buon modo per gli italiani e gli altri cittadini dell’UE di rimanere nel Regno Unito ed eventualmente richiedere altri visti che consentiranno la residenza permanente.

Per poter beneficiare del visto studentesco per il Regno Unito, devi ricevere un’offerta di studio da parte di un istituto autorizzato, come ad esempio un’università o un college.

Devi anche avere sufficienti fondi per mantenerti durante il tuo soggiorno nel Regno Unito, oltre a soddisfare i requisiti linguistici minimi.

Oltre a poter vivere e studiare nel Regno Unito per tutta la durata del corso, potrai anche lavorare, anche se quanto dipenderà da cosa stai studiando e se lavorerai durante o fuori dal periodo scolastico.

Dopo la scadenza del tuo visto studentesco, potresti avere diritto ad un “visto per laureati”, il quale ti consentirà di rimanere e lavorare nel Regno Unito per altri 2 anni. Successivamente, puoi passare a un altro visto per soddisfare il requisito di residenza minimo di 5 anni per il permesso di soggiorno a tempo indeterminato.

Servizi e documenti per trasferirsi in Inghilterra

Per trasferirsi in Inghilterra è essenziale ottenere un numero di previdenza nazionale. Si tratta di un identificatore univoco utilizzato per tenere traccia delle tasse, dei contributi e dell’idoneità a determinati benefici e servizi, come il Servizio sanitario nazionale oltre che la pensione.

L’assicurazione nazionale viene pagata da cittadini e residenti nel Regno Unito che hanno più di sedici anni e guadagnano più di 242 sterline a settimana.

Per ottenere il tuo numero di previdenza sociale, dovrai fare domanda online o telefonicamente. Alcuni documenti saranno richiesti come parte della domanda: passaporto, prova d’indirizzo (ad esempio una bolletta), prova di idoneità a lavorare o studiare nel Regno Unito.

Il Regno Unito ha un sistema sanitario finanziato con fondi pubblici, noto come Servizio sanitario nazionale (NHS). Se vivi e lavori nel Regno Unito, dovrai registrarti presso il servizio sanitario nazionale per accedere ai servizi sanitari. Per registrarsi è possibile rivolgersi a qualsiasi medico di medicina generale cercandolo sul sito web del Servizio Sanitario Nazionale.

Una volta registrato, potrai accedere a tutta una serie di servizi sanitari, tra cui consultazioni gratuite con medici e infermieri, prescrizione di farmaci e cure di emergenza. È importante notare che alcuni servizi del Servizio Sanitario Nazionale potrebbero richiedere un pagamento, come prescrizioni e cure dentistiche. 

Altro punto fondamentale per trasferirsi in Inghilterra dopo la Brexit è l’apertura di un conto bancario, che rappresenta il modo più conveniente per ricevere il tuo stipendio, pagare le bollette e gestire le tue finanze. Per aprirne uno, dovrai fornire un documento di identità e prova della tua residenza in Inghilterra.

Alcune banche potrebbero anche richiedere una prova del tuo status lavorativo e del tuo diritto a vivere e lavorare nel Regno Unito. Diversi istituti di credito consentono la richiesta di apertura del conto direttamente online, mentre altri vorranno che ti rechi personalmente presso una delle loro filiali.

RELATED ARTICLES

SOCIAL

5,194FansLike

UTILE PER CHI VIVE ALL'ESTERO

spot_img

I più letti

GIOCA DA TUTTO IL MONDO

spot_img

Gli ultimi articoli

TUTTE LE CATEGORIE

Chatbot

close
send